IL MUSEO EGIZIO DI TORINO

Il papiro di Osiris

Il papiro di Osiris

Uno dei sarcofagi della collezione

Uno dei sarcofagi della collezione

Coccodrillo del Nilo mummificato

Coccodrillo del Nilo mummificato

 

IL MUSEO EGIZIO DI TORINO - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: AV4IT0041

Uno dei musei più straordinari di sempre, che ospita una meravigliosa collezione Egizia seconda soltanto a quella del Cairo.

Per me la strada per Menfi e Tebe passa da Torino” affermava Jean-Francois Champollion, celebre archeologo ed egittologo francese.

Il Museo Egizio di Torino è un luogo di cultura, d’atmosfera e di storia millenaria ed essendo stato fondato nel 1824 risulta essere il più antico museo egizio al mondo.

Re Carlo Felice, unendo la collezione dell’egittologo Vitaliano Donati e i reperti in possesso di Casa Savoia, diede vita al Museo. Pochi anni prima, grazie alle campagne napoleoniche in Egitto, Bernardino Drovetti, console generale di Francia durante l'occupazione dell'Egitto, collezionò oltre 8000 pezzi che spaziano tra sarcofagi, statue, mummie, papiri, monili. Poi tra il 1903 e il 1937, grazie agli scavi archeologici condotti da Ernesto Schiaparelli e poi da Giulio Farina, circa 30.000 reperti arrivano al museo.

Il percorso attraverso la storia dell’antica terra d’Egitto si snoda sui 4 piani del Palazzo dell’Accademia delle Scienze (edificio barocco del 1600) con più di 40.000 reperti e 4000 anni di archeologia e storia.

Il percorso di visita comincia al 2° piano (al piano interrato c’è la biglietteria), qui si trovano i reperti del periodo predinastico, del Medio Regno e Nuovo Regno. Il 3° piano è occupato dalle mostre temporanee e al piano si trova la Galleria dei Sarcofagi e reperti di Epoca Tarda, Tolemaica, Romana e Tardoantica. Infine al Piano terra potrete ammirare la magnifica Galleria dei Re e il Tempio di Ellesiya.

Tra gli altri spiccano capolavori da non perdere, come il Libro dei Morti di Luefankh, lunghissimo papiro risalente all’epoca tolemaica, La Galleria dei Sarcofagi e per chi non si impressiona, la nuova sala delle mummie e la tomba di Kha.

Questo solo per citare alcuni dei pezzi inestimabili della collezione, seconda solo a quella del Cairo.

Insomma Torino è una citta splendida con tante attrazioni da scoprire ma, anche da solo, il Museo Egizio vale veramente il viaggio!

E mi raccomando prima di tornare a casa passate dallo sfiziosissimo negozio di souvenir per portarvi a casa un ricordino.

 

Contattaci in Agenzia per visita e biglietto salta-coda al Museo Egizio e per esperienze e pacchetti ‘Torino & dintorni’.